Dr. Giuseppe Caruso

Pressoterapia

PressoterapiaConsiste in un trattamento pneumo-meccanico atto a migliorare la circolazione ed a contrastare gli edemi. Questa complessa apparecchiatura trasmette un’ immediata sensazione di benessere, attenuando il senso di tensione e pesantezza degli arti, garantendone una consistenza più morbida, una cute più elastica e movimenti più fluidi.

Tali effetti possono essere raggiunti mediante un’azione fisica che agisce sulla circolazione venosa e linfatica, rendendola più efficiente. Per raggiungere gli obiettivi l’elettromedicale è in grado di esercitare la pressione in modo sequenziale, diversificandola su ciascun settore, in relazione allo stato della patologia ed alla regione anatomica; si riesce così a facilitare il drenaggio del liquido interstiziale e dei soluti che vi si trovano, attivando anche la circolazione venosa e liberando l'ambiente extracellulare dalle scorie che le cellule costantemente vi riversano. La pressione non viene esercitata contemporaneamente su tutta la superficie coperta dai vari segmenti e/o dai gambali, ma secondo una sequenza centripeta , seguita fisiologicamente dal sangue venoso e dalla linfa.

La sequenza pressoria favorisce l'entrata del liquido interstiziale nei vasi linfatici e nell'albero circolatorio, attivandone il naturale percorso.

E' importante ricordare che a pressioni più alte non sempre corrispondono effetti e benefici maggiori; la pressione massima esercitata non dovrebbe superare la pressione arteriosa minima per non ostacolare l'arrivo di sangue ossigenato nei tessuti. E' quindi consigliabile non superare una pressione di 60 mm. di mercurio.

Indicazioni: flebologia ( insufficienza circolatoria e venosa ), linfologia ( stasi linfatica e linfedema, fibrosi cutanea reattiva ed edema duro ), chirurgia generale ( mastectomie ed esiti chirurgici tipo edema o ematoma ), fisioterapia ( patologie articolari e ipotonie ), medicina estetica ( stasi linfoematica e cellulite )

Controindicazioni: insufficienza cardiaca, lesioni cutanee (erisipela, micosi, piodermiti), linfangiti, tromboflebiti, insufficienza arteriosa periferica grave, plessopatia , neuropatia.

Logo