Dr. Giuseppe Caruso

Galvanoterapia

Fa parte della elettroterapia;  in questo caso vengono utilizzate correnti continue dosate. A seconda dell'intensità della corrente  erogata possono alleviare o eliminare disturbi nevralgici o mialgici, migliorare l'irrorazione sanguigna, aumentare l'eccitabilità motoria.

La metodica viene applicata anche in bacinelle di plastica riempite di acqua tiepida ove viene posta l’estremità dell’arto da trattare con  i corrispondenti elettrodi.

Indicazioni: ipotrofia muscolare, sciatalgie,  rachialgie, artrosi,  artralgie post- traumatiche.

Controindicazioni: non deve essere mai applicata sulla regione cardiaca e in presenza di pace-maker, epilessia, lesioni della cute, ipoestesia cutanea, protesi articolari e osteosintesi metalliche nei tessuti da trattare. 

 

Logo